Terminologia scommesse sportive

Le scommesse sportive hanno sviluppato una propria terminologia per riferirsi a dei concetti importanti.

  • Bookmaker: Chiamato anche “bookie” o semplicemente “la casa”, si riferisce all’azienda o all’organizzazione che fornisce un mercato delle quote sugli eventi sportivi per diverse classi di esito. Un “book” è semplicemente la scheda completa di tutte le scommesse effettuata dagli scommettitori su un particolare evento.
  • Evento: questo termine si riferisce allo specifico evento sportivo. Un esempio di evento sportivo è Real Madrid contro Barcellona nella Liga Spagnola.
  • Mercato: il mercato delle scommesse è un tipo di proposizione di scommesse con 2 o più esiti. Il risultato della partita (vittoria della squadra in casa, pareggio, vittoria della squadra in trasferta), il numero di reti segnate (0, 1, 2, 3 o più) sono alcuni esempi di mercati diversi per lo stesso evento sportivo.
  • Banca: quantità di soldi che un giocatore/trader deve piazzare sugli eventi sportivi
  • Stake: la quantità di denaro che viene rischiato nella singola scommessa. Lo stake è la quantità di puntata da scommettere (1 unità di stake può essere 5 o 10€).
  • Quote: Nel contesto del mercato delle quote sportive, ci si riferisce al termine “quote” quando si fa riferimento al payout che si riceve in caso di esito pronosticato correttamente. Le quote europee descrivono la quanitità di denaro restituito per ogni euro scommesso, compresa la puntata originaria.  Ad esempio, una scommessa che offre un profitto pari all'importo scommesso si dice che abbia una quota  2, un risultato con quote offerte su quota 5 descrive un utile di quattro volte l'importo scommesso, mentre un risultato con quota 1,20 significa che per ogni euro la scommessa restituirà solo 20 centesimi in profitto, assumendo in tutti i casi la scommessa era corretta.
  • Quote reali: sono le quote che verrebbero offerte se la somma delle probabilità di tutti gli esiti fosse 100% o 1. Ad esempio, supponiamo un mercato con 3 possibili esiti:  {A, B, C} con probabilità di successo P(A) = 0.5, P(B) = 0.4 and P(C) = 0.1. Le quote reali sarebbero  2.00 , 2,50 e 10,00 rispettivamente che sono solo l’inverso delle probabilità stimate. 
  • Pick: La selezione fra tutti i possibili esiti su cui il giocatore sta piazzando la scommessa. 
  • Risultato: Il risultato attuale dell'evento. Se la pick e il risultato sono gli stessi il giocatore vince la scommessa ed è pagato un importo pari alla somma delle quote offerte sulla selezione più eventuali bonus aggiuntivi presenti in multipla (spesso offerte dai bookies). Se il risultato è diverso dal pick lo scommettitore perde tutta la sua giocata.
  • Profitto: la quantità di denaro aggiunto all’originario stake che il giocatore riceve quando vince.
  • Resa: Una misura di profittabilità di una serie di puntate, è calcolato con la somma del profitto realizzato da tutte le scommesse piazzate diviso per la somma di denaro puntato in tutte le scommesse, di solito espressa in percentuale. Ad esempio, se dopo 10 puntate di 1 € ciascuna c'è un utile netto di 1,50 €, la resa è (1,5 / 10) = 0,15 o 15%.